Press "Enter" to skip to content

Corsi di inglese all’estero per ragazzi: guida e consigli

In un mondo che diventa sempre più globalizzato, almeno virtualmente grazie alla digitalizzazione che lentamente attecchisce anche in un Paese retrogrado qual è l’Italia, diventa vitale l’esigenza di parlare una lingua unica che faciliti l’interazione con gli altri popoli così da non restare isolati nel proprio Stato.

Perfino il cittadino del migliore degli Stati, in verità, potrà riscontrare la necessità di confrontarsi ed interagire con il resto del mondo. Pure la nostra criticatissima e bistrattata Italia ha incredibili eccellenze per quanto riguarda cucina, moda, made in Italy e via discorrendo. I corsi di inglese all’estero per ragazzi ed adulti sono fondamentali per l’apprendimento della lingua più parlata al mondo e per lo studio di tante materie.

Ognuno di noi, almeno una volta, si sarà ritrovato ad avere difficoltà con la lingua per la comprensione di un testo vitale per il proprio lavoro o, semplicemente, per la propria cultura. Oppure avrà voluto sfruttare opportunità all’estero o vivere esperienze nuove. Ma anche la visione di un film in lingua originale, così come la lettura, possono avere un gusto diverso.

Ebbene, i corsi di inglese all’estero costituiscono, senza dubbio, il modo più veloce per studiare in maniera proficua. Ti vorrei consigliare, quindi, le strade migliori per vivere un’esperienza formativa nuova ed appassionante.

Corsi di inglese all’estero per ragazzi: vacanza studio formativa

La scelta di seguire un corso di inglese all’estero può apparire molto complicata ma, in realtà, ci sono posti molto ospitali nei quali studiare: Scozia, Irlanda, piccoli paesini dell’Inghilterra, per quanto sconosciuti, offrono condizioni di vita veramente ottime e tassi di criminalità bassissimi. Pure il costo della vita e le opportunità sono ottimi.

Ma come si svolge un corso di inglese all’estero? Come lavorano questi college? E quanto costano?

Bene, proverò a spiegartelo in estrema sintesi così da portarti sulla giusta strada. I college (più correttamente: scuole private di lingua madre all’estero) seguono tutti la stessa politica grossomodo: scegli il tipo di corso, paghi anticipatamente, ti sottoponi ad un placement test che consenta ai dirigenti di comprendere il livello del tuo inglese e vieni inquadrato, così, in una classe con altri studenti dello stesso livello.

Il medesimo college potrà trovarti un accomodation in casa famiglia con persone del posto oppure in residence privati di proprietà della scuola. Potrà offrirti escursioni od attività extra non previste nel costo.

Il tutto in maniera abbastanza organizzata: questo è il loro lavoro intorno al quale ruota un business spesso importantissimo. I costi dei corsi oscillano, infatti, tra i 100 euro per soluzioni da 15 ore settimanali nei college più economici ai 300 per 20 ore in scuole costose e prestigiose.

Al termine del corso riceverai un attestato che, tuttavia, non ha un valore universale. Per ricevere un riconoscimento, un certificato internazionale, dovrai sottoporti ad un vero e proprio esame per il Cambridge o lo IELTS o altri ancora, a seconda del fine che ti sei presupposto. Questi college possono anche prepararti specificamente in vista di questi corsi.

Perché studiare all’estero?

Andare all’estero è un’esperienza bella: ti confronti con un sistema nuovo, una cultura totalmente diversa e scopri tutto da zero. Poi sarai chiamato a confrontarti con persone da tutto il mondo e la lingua diventerà fondamentale per non ritrovarsi soli e spaesati.

Non è difficile: in poco tempo, anche grazie al college ed alle lezioni, ti troverai a fare amicizia con tante persone ed a confrontarti con te stesso ed il mondo. Stimolante ed utile, veramente, oltre ogni più rosea aspettativa.